Tu sei qui
Home > TERRITORIO > Dintorni > Le bellezze nei dintorni di Bari… MOLA DI BARI

Le bellezze nei dintorni di Bari… MOLA DI BARI

Mola di Bari

Mola di Bari

Mare pulito e animato borgo medievale

Mola di Bari è una tranquilla cittadina marinara che si colloca esattamente a metà strada tra Bari e Monopoli. Il meraviglioso borgo antico, il rinomato porto e la limpidezza del mare sono i cavalli di battaglia di un paese che d’estate brulica di vita. Chi voglia visitare la Terra di Bari può scegliere tra un ricco ventaglio di località, dove Mola di Bari rappresenta una delle basi più apprezzate. I motivi sono da ricercare nella bellezza del posto e nella strategica posizione geografica: Bari, Monopoli, Castellana Grotte e Alberobello si trovano a poco più di venti chilometri di distanza, ancora più vicini sono le dinamiche Conversano e Polignano a Mare. L’ampia e variegata offerta di strutture ricettive dà la possibilità di installarsi ovunque si voglia, in agriturismi immersi nel verde o in B&B e alberghi a due passi dalla nightlife del centro storico.

Suggestive calette naturali lungo 13 km di costa

Gli oltre 13 chilometri di costa custodiscono innumerevoli calette naturali, alcune delle quali sono tra le più belle dell’intera provincia di Bari. Incantevoli sono i bassi fondali rocciosi/sabbiosi di Cozze, frazione di Mola di Bari, lungo la quale è possibile imbattersi in spiagge neanche troppo affollate. Irrinunciabile è Cala Pietra Egea, che è un susseguirsi di suggestive calette ciottolose e immerse nella fitta vegetazione. Il marchio di fabbrica di questo paradiso, ma anche l’oggetto di innumerevoli cartoline che immortalano le bellezze pugliesi, è lo stacco deciso tra l’azzurro intenso del mare e il verde dei fichi d’India.

Chi invece non può fare a meno delle spiagge attrezzate potrebbe orientarsi verso il Coco Beach Club ed il Wonder Beach o in alternativa il Lido Calarena, adatto soprattutto per le famiglie.  Val la pena di fare una sortita nelle belle calette Il Baraccone, La Rete e Costa Ripagnola. Quest’ultima è collocata sempre nei dintorni di Cozze ed è un piccolo gioiello accessibile a chiunque. Beninteso, il clima particolarmente clemente invita ai bagni anche nelle giornate soleggiate di primavera e d’autunno, quando peraltro le spiaggette offrono il massimo relax. Gli amanti delle due ruote possono usufruire del servizio di bike sharing di Mola di Bari e andare alla scoperta di angoli di rara bellezza.

Tradizione gastronomica a base di pesce freschissimo

I lupi di mare e chiunque si faccia ammaliare dalla vita portuale non potrà rinunciare a una passeggiata sui moli del porto peschereccio, che è considerato uno dei più importanti della Puglia. Non sorprende che Mola di Bari offra una ricca e rinomata tradizione gastronomica a base di pesce. Il re della cucina molese è il polpo, cotto e servito in tutte le salse, dai piatti gourmet dei ristoranti ai panini al polpo dei chioschi fino alla più alta celebrazione del mollusco: da oltre mezzo secolo si rinnova la Sagra del Polpo, in calendario tra luglio e agosto. La freschezza dei molluschi e dei crostacei è assicurata dalle cooperative molesi dei pescatori cui si deve l’allestimento degli stand.

Chi invece adora i prodotti della terra potrà ugualmente soddisfare il palato; nelle campagne dei dintorni si produce il delizioso olio DOP Cima di Mola, che arricchisce una serie di piatti locali dal sapore genuino. La degustazione nelle innumerevoli masserie dell’immediato entroterra è ciò cui si deve puntare per un succulento viaggio culinario.

Il Palio dei Capatosta

Chi organizza un viaggio a Mola a metà luglio assisterà al Palio dei Capatosta, ricostruzione storica dell’accoglienza molese riservata nel 1549 a Isabella di Capua. L’intera popolazione partecipa attivamente a una manifestazione che inizia il primo weekend di luglio con il corteo storico. Nel corso del successivo weekend le contrade della città si sfideranno in una serie di gare sulla terraferma, fino all’avvincente regata delle barche a remi.

Lungomare Bohigas, porta per il centro storico

Passeggiare sul lungomare regala emozioni uniche, soprattutto nottetempo e prima di addentrarsi nel magico borgo medievale. Perché il lungomare di Mola di Bari serba tanto fascino, è presto detto. Nel 2010 la passeggiata a mare è stata completamente ridisegnata da un genio dell’architettura che risponde al nome di Oriol Bohigas. Precedentemente il lungomare fungeva semplicemente da parcheggio, oggi esibisce qualcosa come 17mila metri quadri di passeggiata pedonale e mostra un’ariosità senza fronzoli. Chi si aspettava vistosi dettagli decorativi è rimasto deluso, ma la bellezza dell’attuale lungomare firmato Bohigas risiede proprio nel luminoso water front: chi passeggia o scorre in auto ha un contatto diretto con il mare, anche grazie alle ringhiere filiformi a scomparsa e un anfiteatro collocato tra il mare e l’imponente Castello Angioino. Peraltro un tratto del lungomare si affaccia su una graziosa spiaggia con un isolotto artificiale.

Cosa vedere nel centro storico

Fatto edificare nel XIII secolo da Carlo d’Angiò, il Castello Angioino aveva la duplice funzione di dimora nobiliare e di fortezza a difesa del porto. Oggi ha acquisito un rinnovato splendore per via del restyling del lungomare, ma mantiene intatta la capacità di produrre misteriosi giochi di luce per via delle profonde mura a scarpata. La centrale piazza XX Settembre è dominata da un altro monumento imponente, il Palazzo Roberti-Alberotanza con la facciata in stile tardo-barocco e il massiccio portone di gusto napoletano.

Un giro nel centro storico non può prescindere dalla visita alla Chiesa Matrice di San Nicola, che è un pregevole mix di stili architettonici, dal romanico pugliese al rinascimentale fino al barocco. Meritano una menzione anche la chiesa della Madonna di Loreto, che esibisce un campanile di 50 metri, e il convento di Santa Chiara, sede da anni dell’Accademia delle Belle Arti di Bari (oggi vi si tengono svariati laboratori). Numerosi i talenti artistici nati a Mola di Bari, così come i gruppi musicali formatisi in questo borgo marittimo. Nacque a Mola anche il celebre compositore Niccolò Van Westerhout, al quale è dedicato il teatro omonimo, bell’esempio di teatro all’italiana con facciata neoclassica.

© YouBari.net – RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top