Tu sei qui
Home > BARESITÀ > Gastronomia > Baresità gastronomica… RICCI DI MARE

Baresità gastronomica… RICCI DI MARE

RICCI DI MARE

Quando la stagione invernale lascia spazio a qualche giornata di sole, inizia la primavera gastronomica dei Baresi. Infatti i Baresi Doc, non possono fare a meno di andare alla ricerca del “Crudo di Mare” consumato all’aria aperta direttamente sul mare. Il Riccio è sicuramente un irresistibile protagonista nel rito del Crudo di Mare alla Barese. È il frutto di mare che contiene la minore quantità di sostanza commestibile, ma questa è sicuramente la sua più dolce e delicata caratteristica. Ciò che noi mangiamo sono le uova piccolissime contenute al suo interno. Sono raggruppate a forma di stella, con i suoi colori simili al corallo, con sfumature dal giallo ocra all’arancio sino al rosso vivo.

Per trovare i Ricci basta andare N-dèrr’a la lanze, porticciolo di Bari, dove sotto una tettoia c’è una vera e propria sfilata di pesce freschissimo. Su i banchi adibiti alla vendita troviamo esposti anche i Ricci di mare, che possono essere sgusciati e consumati anche su tavoli di fortuna. Molti si recano anche a Torre a Mare e San Giorgio, altri si spingono verso Monopoli, e andando oltre il confine territoriale, fino a Savelletri nel Brindisino. C’è chi dice che i Ricci debbano essere consumati nei mesi con la “R”, da febbraio ad aprile, e da settembre a dicembre, in quanto i Ricci sono meno pieni nei mesi più caldi.

La tradizione Barese vuole che si consumino direttamente dal guscio, una volta aperto, utilizzando un bel pezzo di pane fresco, accompagnato da un pezzo di formaggio e una birra ghiacciata, rigorosamente Peroni.  Al massimo per chi è alle prime armi alle prese con il Riccio crudo, per poterli gustare, potrà utilizzare un cucchiaino. Per coloro che  non amano il pesce crudo, la polpa del Riccio può essere utilizzata anche cotta in ottimi risotti o spaghetti.

© YouBari.net – RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top