Tu sei qui
Home > BARESITÀ > Gastronomia > Tradizioni | Baresità gastronomica… LE ZEPPOLE di San Giuseppe, la ricetta

Tradizioni | Baresità gastronomica… LE ZEPPOLE di San Giuseppe, la ricetta

Zeppole

Tradizioni | Le Zeppole

E’ il dolce tipico della festa del Papà, a seconda della regione di provenienza viene chiamato in modi diversi, ma a Bari sono le  Zeppole di San Giuseppe.  Il 19 Marzo, infatti, Festa del Papà, nonchè San Giuseppe, su tutte le tavole non possono mancare questi succulenti pasticcini. Si tratta di uno dei dolci protagonisti della grande tradizione pasticcera Italiana e che nelle varie regioni assume varianti diverse pur mantenendo la sua tipica forma di ciambellina guarnita con creme di vari tipi.

A Bari

A Bari invece  le Zeppole di San Giuseppe, che vengono regalate e offerte a tutti i Papà e a coloro che si chiamano Giuseppe, sono caratterizzate dalla decorazione con fiocchi di crema pasticcera, una spolverata di Zucchero a velo e il tocco fondamentale: le Amarene sciroppate, poste sulla crema, che conferiscono a questi dolci quel sapore forte che annuncia la primavera alle porte.

Questo dolce molto amato dai Baresi lo si può trovare in pasticceria tutto l’anno, ma a San Giuseppe sono un must e se non ci si affretta, si corre il rischio di non trovarne. “Una tira l’altra”, fritte o al forno, piccole o grandi, le Zeppole, allietano i palati dei Baresi con un gusto irresistibile e se si decide di prepararlo in casa, sarà sicuramente un’altra storia e la soddisfazione sarà doppia.

INGREDIENTI ZEPPOLE:

500 ml di Acqua
300 gr di Farina
125 gr di Margarina
7 Uova
Sale (un pizzico)
Lievito per dolci (un pizzico)
Zucchero (facoltativo)

CREMA PASTICCERA:

500 ml di Latte
150 g di Zucchero
50 g di Farina
6 Uova
1 Bustina di Vanillina

PER DECORARE:

Zucchero a velo
Amarene sciroppate

PREPARAZIONE:

Crema Pasticcera

In un pentolino di media misura e versate il Latte e la Vanillina. Riscaldate a fiamma media e, non appena inizia a bollire, spegnete. In una terrina  mescolate con un frustino elettrico i tuorli con lo Zucchero, fino a ottenere una crema  spumosa. Continuate a mescolare col frustino e aggiungete un terzo del Latte  (che nel frattempo si sarà raffreddato) versandolo piano nella ciotola con la crema di Uova e Zucchero. Unite un po’ alla volta la Farina setacciata e mescolate il tutto. Versate quindi la crema ottenuta nella pentola con il restante Latte fatto bollire in precedenza. Riaccendete il fuoco e portate ad ebollizione continuando a mescolare manualmente con un cucchiaio di legno. Una volta raggiunta l’ebollizione, abbassare la fiamma e continuare a mescolare energicamente altri per 2-3 minuti, fino a che la crema avrà raggiunto una buona consistenza, quindi spegnete e lasciate raffreddare.

Zeppole

Mettete in una pentola l’Acqua, il Sale e la Margarina. Appena raggiunta l’ebollizione togliete dal fuoco e aggiungete a pioggia la Farina precedentemente setacciata , mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Rimettete sul fuoco la pentola e continuate sempre a mescolare, fino a che l’impasto non si staccherà dal fondo e dalla parete della pentola. Quindi lasciate raffreddare e unite le Uova una alla volta, amalgamando bene. Infine aggiungete il pizzico di Lievito e mescolate ancora, finchè non otterrete un impasto liscio e omogeneo. Quindi versate il composto ottenuto in un sac-à-poche con bocchetta stellata e cominciate a creare le Ciambelle sulla carta da forno. Mettete sul fuoco una pentola capiente dal bordo alto, con abbondante Olio per friggere. L’Olio non deve essere bollente (tra i 160° e 170° C), in quanto la zeppola deve friggere dolcemente permettendo di rigirarla  più volte perché si possa gonfiare uniformemente. Quando l’Olio avrà raggiunto la temperatura ideale, immergete le Zeppole. Rigiratele più volte nell’Olio caldo fino alla loro doratura, quindi sgocciolatele a e adagiatele su più fogli di carta assorbente da cucina per lasciar scolare l’Olio in eccesso.

Decorazione

Quando le Zeppole si saranno raffreddate, date una spolverata di Zucchero a velo e mettete la Crema in un “sac à poche” e guarnitele con fiocchi di Crema e un’Amarena sciroppata al centro.

© YouBari.net – RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top