Tu sei qui
Home > TERRITORIO > Bari Città > Angoli della nostra città… “TRITTICO NICOLAIANO”

Angoli della nostra città… “TRITTICO NICOLAIANO”

I tre San Nicola a Bari

Potrebbero essere definite le tre «facce» di San Nicola. Quella del santo di Mira dalla pelle scura, quella tipica dell’iconografia russa e quella più famosa al mondo.  L’artista toscano Ozmo, al secolo Gionata Gesi, ha realizzato sul muro del sottopassaggio di via Quintino Sella un graffito dedicato al santo patrono della città, raffigurato in tre diverse vesti. I tre graffiti sono legati alla tradizione religiosa, all’iconografia classica, al culto del santo e ad un’evoluzione storica e culturale del personaggio San Nicola nel mondo. «Il disegno – spiega l’artista – A me interessano le immagini che hanno un forte potere comunicativo e trovo nelle icone e nei simboli religiosi gli strumenti attraverso i quali si trascende se stessi, come alterazioni della coscienza. Le immagini religiose – dice Ozmo – hanno la possibilità di toccare a più livelli l’osservatore, che sia credente oppure no. Questo tipo di immagini porta con sé implicazioni non solo artistiche e intellettuali, ma anche esoteriche e psicologiche. Nei disegni su San Nicola ho scelto di sovrapporne tre perché mi piace lavorare su più livelli, attirando l’osservatore di tutti i giorni, colui che ci passa per caso, l’esperto di arte e l’appassionato di cultura popolare. Le mie sono opere aperte». L’operazione è stata denominata «Fresh flâneur». È uno degli interventi proposti dalla galleria d’arte «Doppelgaenger» di Bari che ha ottenuto il supporto logistico del Comune. Dopo quello realizzato dallo spagnolo SAM3 sui muri della caserma Rossani e quello di 108 sulla facciata dell’edificio dell’Aqp, è toccato a Ozmo colorare il sottopasso di via Quintino Sella.

Tratto da: “Gazzetta del Mezzogiorno” – http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/467728/a-bari-murales-dartista-ma-i-vigili-non-lo-sanno.html

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top