Tu sei qui
Home > TERRITORIO > Bari Città > Bari, Angoli della nostra città… PALESE

Bari, Angoli della nostra città… PALESE

Palese

Palese – Macchie

Palese – Macchie è un quartiere di Bari, appartiene dal 2014 al V municipio (ex I circoscrizione), per un totale di 28.757 abitanti. Il quartiere è situato 8 km a nord-ovest del centro di Bari. Confina a Nord con la costa Adriatica, a Est con il quartiere Fesca, dal quale è separato dalla strada Da Ponte. A Sud-Est col quartiere San Paolo, con la Lama Balice che funge da confine naturale, fino alla ex Cava di conglomerati stradali, subito dopo la Masseria Framarino, mentre a Sud con il comune di Bitonto, lungo la “strada vicinale Tarine” e una parte della complanare dell’Aeroporto, infine a Ovest con i quartieri Santo Spirito, Catino e San Pio.

Storia

Ritrovamenti effettuati da alcuni studiosi tra il 1964 ed il 1987, nella zona della baia e a Sud dell’abitato, nei pressi di villa Zanchi (il primo di un villaggio fortificato, il secondo di un rifugio temporaneo), hanno dimostrato la presenza di civiltà Neolitiche anche nella zona di Palese. Nelle epoche storiche che vanno fino al ‘600, questa zona fu quasi sicuramente interessata solo da agricoltura e pastorizia.

Pare difficile pensare anche ad un utilizzo della costa, in quanto il fondale è generalmente molto basso (quindi non vi si possono attraccare imbarcazioni) e la riva, nei secoli passati si presentava acquitrinosa e malsana. Il territorio di Palese fu, a partire dal XIII secolo, testimone delle contese fra Bari e Bitonto per il possesso del vicino porto di Santo Spirito; a causa delle quali furono poste, ai confini tra i due territori comunali (che corrispondono all’attuale via Capitaneo) lapides terminales (lapidi di confine).

Macchie, è la parte a Sud del quartiere e territorialmente più estesa, era un tempo costituita da gruppi di case contadine sparse nella campagna, rigogliosa di piante e macchia mediterranea (da qui il nome) ed è sempre stata frazione di Bari. Nel 1970 Palese diventava quartiere del capoluogo e nel 1979, unita a Santo Spirito, Catino e San Pio (ex Enziteto) costituiva la I Circoscrizione del Comune di Bari. Nei primi anni sessanta nelle sue campagne, usufruendo di una precedente installazione militare, fu costruito l’Aeroporto civile, completamente e quasi avveniristicamente rinnovato nel 2004 e intitolato al defunto pontefice Karol Woytjla.

Il Nome

Le ipotesi sull’origine del nome sono diverse. Una credenza popolare vuole che esso derivi dal soprannome di un oste originario di Palo del Colle (il “Palese”), che in un’epoca imprecisata (forse nel XVII secolo) aprì, nella zona alta dell’odierno abitato una locanda; altre teorie (più accreditate) adducono alla presenza d’un’alta “Palizzata” di legno che circondava un casale medievale (pallizzo…palisco…palieso sono i nomi via via più recenti, derivati dal latino “pallitium” che, negli atti catastali delle diverse epoche sembrano indicare sempre lo stesso luogo, probabilmente corrispondente a Palese) sito su una leggera altura (l’odierna piazza Capitaneo) e d’una torre cinquecentesca ben visibile (e quindi palese), accorpata ad un palazzo signorile (l’attuale palazzo Capitaneo, prima proprietà dei Pascale), abbattuta nel 1969.

Tratto da: “Wickipedia” – https://it.wikipedia.org/wiki/Palese-Macchie

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top